Tappa 26: Montignoso-Camaiore 21,3 km.

Dopo una ricca colazione, ospiti della gentile Ludovica, ci dirigiamo verso il parco del lago di Porta. Attraversiamo il torrente Montignoso senza poter vedere il suo corso, tanto è ingombro dalla vegetazione.

Il cielo è blu, ma l’umidità e il caldo già si sentono, nonostante il sole sia sorto da poco.

In pochi minuti raggiungiamo il bel parco e saliamo su un sentiero sopraelevato che circonda il lago. Il sentiero ha l’erba alta e la brina che la ricopre ci bagna le gambe fino al ginocchio.

La sorpresa ci aspetta dietro l’angolo. Il sentiero, arrivato davanti alla ferrovia, svolta bruscamente a destra e appena lancio lo sguardo in avanti, vedo qualcosa di nero e lucido sullo sterrato. Capisco subito che si tratta di una grossa tartaruga a passeggio. Probabilmente vive tra il lago e il canneto. Cerchiamo di interagire con lei, ma si ritrae subito nel suo guscio.

Usciti dal parco, entriamo in una zona molto urbanizzata, stradine piccole, senza marciapiedi, ma pulite e senza traffico.

Alte siepi nascondono da sguardi indiscreti le belle villette della zona.

Di fianco a noi scorre il fiume Versilia le cui acque irrigano i campi di mais che ogni tanto incontro.

Attraversiamo il fiume su un ponte moderno e mi rasserena vedere cristalline le sue acque e pulito il suo letto.

Purtroppo gli abitanti del luogo han dovuto imparare a loro spese la lezione di 22 anni fa, quando il fiume inondò la valle. Oggi ci sono alti margini a protezione della valle, ed il letto viene pulito con regolarità.

Nel tratto che ci separa dall’Aurelia, percorrendo il lungo fiume, si affacciano diversi laboratori del marmo e mentre si cammina si sente costante il rumore dei macchinari che lo modellano. Osservandone l’interno, noto diversi operai indaffarati, alle prese con enormi blocchi di marmo.

Lasciamo il fiume alla nostra sinistra e percorriamo l’Aurelia per un breve tratto.

Rientriamo sul tracciato della Via Francigena che ci porterà fino alla meta di oggi.

Anche qui, ai lati della strada ci sono laboratori per la lavorazione del marmo che espongono i loro meravigliosi campionari. Vedo marmi di ogni colore e venatura e sento costantemente il rumore dei grandi macchinari in funzione .

Entriamo ben presto nella bellissima Pietrasanta.

È un’elegante e ricca cittadina trasformata in un museo d’arte moderna a cielo aperto. Ovunque si trovano sculture di famosi artisti, che trasformano una passeggiata in un’esperienza emozionante.

Fernando Botero
Francesco Messina

Nel Duomo troviamo una gentile volontaria che timbra le nostre credenziali e ci racconta del dramma dell’alluvione del ‘96, avvenuta proprio oggi, 19 giugno.

Manolo Valdes

Il Duomo

Il Duomo

Dopo aver fotografato più sculture possibili, riprendiamo il cammino.

Iniziamo a salire verso le colline a monte di Pietrasanta, tra bellissime ville e alte siepi.

La brutta sorpresa ci aspetta quando il percorso si addentra nel bosco. Arrivati al segnale che ci indica di uscire dall’asfalto, non vediamo il sentiero, ma solo una montagna di rovi impenetrabili.

Indosso il pezzo dei pantaloni sotto il ginocchio, per proteggermi le gambe dalle ortiche e dalle spine. Metto anche i guanti e afferro i bastoncini. Provo ad aprire un varco, ma è impossibile, troppo fitti i rovi.

Ero disperata all’idea di dover tornare indietro e percorrere l’Aurelia.

Con incredibile fortuna, una gentile signora che ci ha visti trafficare tra i rovi, ci ha consigliato di arrivare in sicurezza a Camaiore dalla parte di Monteggiori e Montebello. Dopo aver impostato il navigatore, come da prezioso consiglio, ci incamminiamo su una strada ripidissima su cui spesso si incontrano uliveti.

Dopo aver attraversato Monteggiori, la strada si addolcisce fino a diventare una comoda discesa fino a Camaiore.

Per la prima volta dalla partenza dal San Bernardo, vediamo il mare.

Siamo ospiti di Samanta in una bella casa tutta per noi. Ci riposiamo e, quando l’aria è più fresca, facciamo un breve giro di Camaiore.

Duomo di Camaiore
Duomo di Camaiore

Domani, tappa lunga e faticosa fino a Lucca.

Buona notte a tutti 🤗


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s