Lo zaino è pronto

5,5 kg…

Ce l’ho fatta a rimanere sotto i sei chili!

Ogni volta che organizzo un cammino, nel preparare lo zaino, mi sembra di essere come un cesellatore che non tralascia neanche un minimo particolare della sua opera d’arte. Tutto è pesato e scelto in base alla maggior leggerezza.

L’esperienza serve! Ricordo sempre la forte tendinite causata dall’eccessivo peso dello zaino durante il Cammino Francese nel 2013. Dovetti farmi visitare al pronto soccorso e concedermi una sosta di qualche giorno prima di rimettermi in cammino verso Santiago, ma solo dopo aver spedito un terzo del contenuto del mio zaino.

Eccolo qui il risultato del mio “cesello”:

Ora non resta che sistemare le mie amate piante sul balcone, che senza le mie cure spero non soffrano troppo, e partire.

Lascerò Roma mercoledì, arriverò a Milano e da lì prenderò un pullman fino ad Aosta. Dopo una breve sosta ad Aosta, venerdì arriverò al Gran San Bernardo ed inizierò la discesa verso Roma.

Ultreia et Suseia!

(Qui un ottimo articolo sul significato di questo grido di raccolta e incoraggiamento: Ultreia et Suseia)


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s