Day 26: Pontevedra-Caldas de Rei 23.4km

English  version below! 🙂

Day 26_24 giugno 2016
Pontevedra-Caldas de Rei
Km. 23,4
Km. Percorsi 618,6

Stamane, sveglia senza fretta. Nel bell’albergo che ci ospita si inizia la colazione alle otto. Ci presentiamo alle otto in punto e…chi troviamo? Il folto gruppo di pellegrine americane accompagnate dal palestrato tutto muscoli che avevamo incontrato nella tappa del 20 giugno. Si crea il caos. Le allegre e rumorose pellegrine si presentano tutte insieme al tavolo del self-service. Si crea una lunga fila e i clienti abituali dell’albergo, all’apparenza dei businessmen abituati all’atmosfera riservata e discreta dell’albergo, danno segni di impazienza per la lunga attesa e per la confusione. Qualcuno protesta, altri decidono di recarsi alla reception per manifestare il loro disappunto. Io osservo divertita, mentre mi dedico al mio pasto preferito, la colazione.

Partiamo con calma e attraversiamo subito il ponte do Burgo sul rio Lérez. Lascio la periferia di Pontevedra con delusione perché avevo letto dei numerosi premi per eccellenza urbana ricevuti da questa città. Io ho visto una periferia molto trascurata e dall’estetica discutibile. Come sempre, le foto aiutano a descrivere anche le sensazioni e le impressioni.

Oggi camminiamo molto su asfalto, il paesaggio è monotono e poco attraente. Solo negli ultimi chilometri attraversiamo i bei vigneti per cui è famosa la zona.

Incontriamo la chiesetta romanica di Santa Maria di Alba che ha di fianco una strana scultura mezza nascosta dalla vegetazione, composta da un bastone da pellegrino con una grande zucca.

Attraversiamo una zona umida di cui avevo letto dei possibili problemi dovuti agli innumerevoli ruscelli che attraversano perpendicolarmente il sentiero. Noi siamo fortunati, grazie al sole che splende da giorni, i ruscelli non sono gonfi e questo li rende facilmente attraversabili.

Nel punto più alto di oggi, San Amaro, facciamo una pausa all’uscita da un fitto bosco di querce. Qui troviamo un bar il cui gentile proprietario ci consiglia una piccola deviazione alle cascate del rio Barosa.

Noi seguiamo il consiglio. A pochi chilometri, troviamo le indicazioni per le cascate e decidiamo di visitarle. Ne è valsa la pena.

A pochi chilometri dall’arrivo, ci fermiamo per il lunch in una bar-ristorante che mi ha incuriosita per l’intraprendenza del proprietario. Il locale è nel suo garage, vi si accede attraverso la porta basculante ed è arredato con vecchi strumenti agricoli. La cucina è molto semplice e rustica, ma di ottima qualità.

Riprendiamo il cammino per gli ultimi chilometri fino alla meta di oggi, Caldas de Rei, città famosa per il suo complesso di acque termali di origine romana, e per aver dato i natali al re Alfonso VII.

Arriviamo all’albergo dove alloggeremo stanotte e ci godiamo un meritato riposo.


English version!!! 🙂

Day 26_24 June 2016
Pontevedra-Caldas de Rei
23.4 km
618.6 km already walked

This morning, we wake up without rushing. In the nice hotel that is hosting us we have breakfast at eight. We get there at eight o’clock and … who do we find? The large group of American pilgrims with the all-muscles ranger that we met in the stage on 20 June. The group creates chaos. The cheerful and noisy pilgrims are all together at the cafeteria. They cause a long line and the regular customers of the hotel, probably accustomed to the atmosphere of the hotel, reserved and discreet, show signs of impatience due to the long waiting times and the confusion. Someone protests, others decide to go to the reception to show their annoyance. I just feel amused, while I devote myself to my favorite meal: breakfast.

We start our day’s walking withou rush and we soon pass the do Burgo bridge over the Lérez river. I leave the outskirts of Pontevedra with disappointment because I had read of numerous awards for excellence for the urban space received by this city. However, I just saw very neglected suburbs… aesthetically questionable. As always, the pictures help to describe the feelings and impressions.

Today we walk a lot on asphalt, the landscape is monotonous and unattractive. Only in the last kilometers we pass through beautiful vineyards for which the region is famous.

We find the Romanesque church of Santa Maria Alba which has next to it a strange sculpture half-hidden by vegetation. The sculpture is made of a pilgrim’s stick with a big pumpkin.

We cross a wetland of which I had read about the possible problems due to the numerous streams which cross perpendicularly the trail. We are lucky, thanks to the sun shining for days, the streams are not swollen and easily traversable.

At the highest point of today, San Amaro, we take a break at the exit of a dense forest of oaks, where we find a bar whose owner kindly advises us a little detour to the Barosa river waterfalls.

We follow the advice. A few kilometers away, we find the signs to the falls and we decide to visit them. It was worth it.

A few kilometers to the finish, we stop for lunch in a restaurant and bar that has intrigued me for the resourcefulness of the owner. The restaurant is in his garage, it is accessed through the garage door and is furnished with old farm tools. The kitchen is very simple and rustic, but of high quality.

We continue the walk for the last few kilometers to the destination of today, Caldas de Rei, a town famous for its thermal waters of Roman origins, and for being the birthplace of King Alfonso VII.

We arrive at the hotel where we will stay tonight, and enjoy a well deserved rest.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s